Niballo campione d’Italia alla Tenzone Aurea, vittoria nella combinata

Un bilancio complessivo di un titolo nazionale, tre secondi posti e due terzi posti che pongono Faenza al vertice tra le città italiane. Gli sbandieratori faentini si sono laureati campioni italiani nel corso della 37^ edizione dei Campionati Italiani Sbandieratori e Musici – Tenzone Aurea, svoltisi l’8, il 9 e il 10 settembre scorsi ad Ascoli Piceno. Alla manifestazione, organizzata dalla Fisb (Federazione Italiana Sbandieratori), hanno partecipato una ventina di gruppi, provenienti da ogni parte d’Italia, che rappresentano la “serie A” degli sbandieratori italiani.

Erano cinque anni, dai Campionati svoltisi nel 2012 a Faenza, che i nostri sbandieratori non centravano un risultato così prestigioso. Nella combinata l’Ente Palio del Niballo di Faenza ha preceduto gli sbandieratori di Città Murata di Montagnana (Padova), vincitori delle ultime due edizioni dei Campionati, e quelli di Borgo San Luca (Ferrara). Ovviamente questo prestigioso risultato è il frutto di tutta una serie di ottime prestazioni nelle varie specialità in gara.

Ottime prestazioni degli sbandieratori Nicolò Benedetti, Simone Lionetti, Raffaele Rampino, Eugenio Leonardi e Lorenzo Rinaldi

Gli atleti manfredi si sono infatti aggiudicati il secondo posto nel singolo con Nicolò Benedetti del Rione Giallo (in questa gara Raffaele Rampino Jr. del Rione Rosso si è classificato quinto), nella gara vinta dallo sbandieratore diciottenne di S.Maria in Vado (Ferrara), Alessandro Tortorici, e il terzo posto nella coppia con gli sbandieratori del Borgo Durbecco Eugenio Leonardi e Lorenzo Rinaldi (Nicolò Benedetti e Simone Lionetti del Rione Giallo si sono piazzati noni), dietro alle coppie dell’Ente Palio città di Ferrara (G. Malagoli – A.Baraldi) e Città Murata (F.Cirelli – T.Braggion).

Sul podio sbandieratori e musici del Rione Nero

Ottime anche le prestazioni nelle specialità della piccola e della grande squadra. Nella piccola squadra terzo posto per gli sbandieratori del Rione Nero – Enrico Emiliani, Rodrigo Ceroni, Manuel Galtieri, Francesco Santandrea, Fabrizio Mingo e Luca Senni – dietro Città Murata e Borgo San Luca, mentre nella grande squadra gli atleti del Rione Nero si sono piazzati secondi (al primo posto ancora Città Murata), con Rodrigo Ceroni, Enrico Emiliani, Paolo Emiliani, Francesco Santandrea, Manuel Galtieri, Fabrizio Mingo, Alberto Morini, Andrea Casadio, Luca Senni, Giulio Fabbri, Sante Savino, Luca Monducci. Infine, nella categoria musici, ancora un secondo posto per i faentini, alle spalle dei musici di Sestiere Porta Solestà (Ascoli Piceno): Martina Bonomo, Andrea Mengozzi, Mattia Ricci, Francesco Laderchi, Alessandro Lotti, Michela Barnabè, Mirka Pasi, Tania Rossi, Leonardo Samorì, Lorenzo Sansavini, Cinzia Bandini, Vanessa Gottelli, Giulia Marini, Matteo Montanari, Alessandro Montuschi, Monica Arduini, Federico Laghi, Marta Cornacchia, Alex Crini e Michela Lotti.

Il sindaco: “Faenza punto di riferimento nazionale per le bandiere”

Non ha mancato di esprimere soddisfazione Il sindaco – Magistrato dei Rioni – Giovanni Malpezzi per il prezioso risultato ottenuto. «Il primo posto ai Campionati Italiani è un risultato prestigioso per l’intero movimento del Palio che inorgoglisce l’intera comunità faentina e premia lo sforzo dei tanti atleti faentini che hanno gareggiato con grande impegno e passione questo fine settimana nelle difficili piazze di Ascoli. Dopo cinque anni di attesa, Faenza torna ad essere la capitale italiana della bandiera e lo fa con grande protagonismo in tutte le specialità previste».

«Sono contento – continua Malpezzi – che la tradizione faentina continui ancora ad essere un punto di riferimento a livello nazionale a cui le altre città guardano con grande interesse e attenzione. Se la storia e l’arte della bandiera continua ancora a farci vivere grandi emozioni, è anche grazie e soprattutto al grande lavoro di preparazione e di coinvolgimento operato dai gruppi rionali della città, in modo particolare nei confronti delle generazioni più giovani che continuano ad affacciarsi a questa storica disciplina con rinnovato interesse».

Tenzone Aurea 2017

Foto: Nicola Argnani

Foto di copertina: Rione Nero

Rispondi

Comincia a scrivere e premi "Invio" per cercare