sei in: I Rioni > Rione Rosso

Rione RossoRione Rosso – Porta Imolese
Via Campidori, 28
Tel 0546 680808
www.rionerosso.it

 

Stemma in campo rosso, braccio sinistrocherio vestito, teso al naturale, armato di stocco con punta in alto.
Comprende il territorio racchiuso tra il lato nord della via Ravegnana, corso Garibaldi, corso Mazzini, via Oberdan, via Emilia Ponente.

Rione Rosso
Nessun evento rionale in calendario.

 

La sede del Rione anticamente ospitava il Convento delle Suore di San Maglorio.
All’interno, al piano terreno vi sono i locali del Circolo ricreativo; l’area cortilizia, con l’antica torre dove un tempo veniva essiccata la seta, divide i locali della cucina e della sala da pranzo.
Caratteristiche sono le cantine, denominate "Baiocco": esse si sviluppano in tre navate, più una quarta denominata "Baiocchino".
Varie sono le attività che si svolgono nei suddetti locali che facilmente si prestano per mostre di vario genere e per organizzare conferenze su temi diversificati: in particolare, nel periodo che precede il Palio, si effettuano cene Rinascimentali.
Al piano superiore vi sono le "Sale nobili" dove sono esposti i costumi che, in occasione del Palio, vengono usati per la vestizione dei personaggi che compongono la "Passeggiata Storica", composta, nel nostro caso, da ottanta figuranti.
Le attività prevalenti, essendo il Rione Rosso parte integrante della rievocazione storica del Niballo, sono rivolte a mantenere intatte le tradizioni cavalleresche della Signoria Manfreda, in particolare il periodo attorno alla seconda metà del 1400.
Note particolari da evidenziare sulla "Passeggiata Storica" sono le comparse delle cinque Casate Nobili (Accarisi, Pasi, Rogati, Laderchi e Ubaldini), la scena di caccia formata dal porta levrieri e dal falconiere, i cavalli da parata montati da portagonfalone, Dama e Cavaliere, ed i due Capi degli Armati che vestono maglie di ferro.
In concreto sono la ricerca storica nella confezione dei costumi, e la preparazione dei Cavalieri e dei cavalli che dovranno cimentarsi nella disputa del Palio.
Da non dimenticare l’impegno del Gruppo Musici e Sbandieratori che, oltre alle contese interne, vengono chiamati in vari paesi d’Europa, essendo riconosciuti vincitori di vari titoli nazionali e mondiali nei campionati organizzati dalla FISB (Federazione Italiana Sbandieratori).