Presentato il logo della Tenzone Aurea 2019

tenzone-aurea 2019 logo

E’ una studentessa dell’Istituto “Persolino-Strocchi” l’autrice dell’elaborato scelto nell’ambito del concorso istituito per la realizzazione del logo della Tenzone Aurea 2019, i Campionati italiani degli Sbandieratori e dei Musici, che si svolgeranno a Faenza da venerdì 13 a domenica 15 settembre 2019. Patrizia Veneruso, che frequenta la classe 4^ del corso per grafici pubblicitari nella sede di via Medaglie d’Oro, ha realizzato il marchio che apparirà in tutte le “produzioni” dell’associazione “Alfieri Bandieranti del Niballo” Aps. che ha in capo l’organizzazione dell’importante evento: manifesti, locandine, cartelli indicatori, pieghevoli, magliette, nei media, oltre che sulla pagina facebook ufficiale.

In tutto 97 studenti partecipanti per scegliere il logo

Il logo rappresenta la Torre civica di Faenza, vista come un’asta che sostiene una bandiera mossa dal vento realizzata con i colori dei cinque Rioni cittadini: verde, bianco, rosso, giallo e nero in sequenza dall’alto, dove il colore bianco indica il Borgo Durbecco e la sequenza “verde-bianco-rosso” si richiama alla Bandiera nazionale italiana. Gli organizzatori hanno chiamato a partecipare al concorso gli studenti delle tre scuole superiori faentine nelle quali è attivo un corso per grafici: liceo artistico “Ballardini-Torricelli”, istituto tecnico “Oriani” e istituto professionale “Persolino-Strocchi”. L’esame preliminare dei 97 elaborati presentati dagli studenti è stato affidato ad una commissione composta da esperti del settore grafico-artistico, la quale ne ha selezionati quattro: tra questi, il disegno di Patrizia Veneruso ha ottenuto il plauso unanime degli organizzatori riunitisi appositamente con la commissione stessa. A Patrizia Veneruso verrà consegnato il premio messo a disposizione dalla “Graphic Line”, l’azienda specializzata nel settore della stampa digitale e della comunicazione con sede in via Corgin 20 a Faenza, nel corso della presentazione ufficiale delle manifestazioni del Niballo Palio di Faenza, prevista a fine maggio.

Tenzone Aurea 2019: ecco dove si svolgerà a Faenza

La Federazione italiana Antichi Giuochi e Sports della Bandiera (Fisb) ha assegnato alla Città di Faenza l’organizzazione della “Tenzone Aurea” – Campionati italiani Assoluti categoria A1 degli Sbandieratori e dei Musici, manifestazione che è stata programmata dal 13 al 15 settembre 2019. A tale fine i cinque Rioni faentini hanno dato vita all’associazione “Alfieri Bandieranti del Niballo” A.p.s., presieduta da Valerio Testa, che si sta occupando dell’organizzazione dell’importante evento unitamente alla Cooperativa dei Manfredi, società di servizi dei medesimi Rioni, con il patrocinio del Comune di Faenza. La Tenzone Aurea 2019 vedrà in competizione 20 Gruppi di altrettante città con oltre mille concorrenti tra sbandieratori e musici e con migliaia di spettatori al seguito.
La Tenzone Aurea 2019 si svolgerà nelle piazze del Popolo (attrezzata con una grande tribuna), della Libertà e XI Febbraio che costituiscono il cuore del centro storico di Faenza. In caso di maltempo la manifestazione non subirà rinvii, ma si terrà al Palazzo dello Sport “Vincenzo Cattani” di piazzale Mario Tambini 5, la cui capienza è di circa 5mila posti a sedere.

Il Niballo viaggia nell’altra parte del mondo: sbandieratori chiamati in Australia e Tasmania

Ancora una volta gli sbandieratori e musici del Palio del Niballo di Faenza portano nel mondo il nome della città. Dal 5 al 22 febbraio 2019 un gruppo di 14 persone, fra sbandieratori, musici e figuranti, sarà infatti in trasferta in Australia e Tasmania, invitato a partecipare a una serie di eventi. E’ la quarta volta che i faentini volano in terre australiane, dopo le trasferte ad Adelaide nel 2007, Hobart (Tasmania) nel 2013 e Ingham (2015). Il gruppo farà due tappe di otto giorni ciascuna, la prima a Melbourne per partecipare – domenica 10 febbraio – alla Festa italiana di Mirboo North, invitati dalla presidente dell’associazione italiana Rosie Romano.

Il viaggio in Australia e Tasmania per la Festa italiana di Mirboo North

Nel corso della permanenza a Melbourne gli sbandieratori si esibiranno anche per le scuole locali, poi si trasferiranno a Hobart, capitale della Tasmania, dove erano stati già sei anni fa, per presenziare al Festival italiano che si terrà domenica 17 febbraio, alla presenza del Primo Ministro della Tasmania. Durante la permanenza ci saranno anche occasioni per visitare alcuni dei luoghi più suggestivi dei due Paesi, come la famosa Phillip Island, sede del Gran Premio di Motogp, dove potranno ammirare i famosi pinguini blu, mentre in Tasmania è prevista una visita guidata ad alcuni dei suoi bellissimi parchi, popolati da canguri e koala. Ad Hobart la delegazione faentina sarà ricevuta anche dal sindaco, incontro nel corso del quale è previsto anche uno scambio di doni.

In tutto 14 rappresentanti tra musici, sbandieratori e figuranti

La rappresentanza faentina, guidata da Ivan Samorì, è composta da quattordici persone: 7 sbandieratori, 3 tamburi, 3 figuranti e un accompagnatore (cinque sono del Borgo Durbecco, quattro del Gruppo Municipale, uno del Rione Rosso, uno del Rione Nero). Completano poi il gruppo tre sbandieratori non faentini, uno di Lugo, gli altri due di Ferrara e Forlimpopoli. In questi anni gli sbandieratori faentini, fatta eccezione per il Continente africano, si sono esibiti in tutto il mondo: in Europa, nel nord, centro e sud America, in Asia e Oceania.

Il Niballo arriva in Austria: trasferta europea per il Gruppo sbandieratori e musici

Tutti pazzi per il Niballo! Dopo la trasferta cinese di un mese fa, il Gruppo sbandieratori e musici del Palio del Niballo di Faenza è pronto ora per una nuova trasferta nel cuore dell’Europa. Dall’1 al 4 novembre prossimi gli sbandieratori e musici faentini saranno infatti impegnati in Austria per partecipare alla seconda edizione del Festival del folklore di Vienna, una rassegna annuale che prevede l’esibizione di dieci gruppi stranieri.

I suoni e colori del Niballo raccontati dai nostri atleti

I nostri sbandieratori si esibiranno venerdì 2 novembre, in prima serata, presso l’Eventhotel Pyramide, una struttura di vetro a forma di piramide sede di vari eventi. La rappresentanza faentina, invitata dall’organizzatore del festival Zoran Strezovski, è guidata da Ivan Samorì ed è composta da 41 persone: 14 sbandieratori, 10 tamburi, 4 chiarine, 3 figuranti e 10 accompagnatori. Insieme a loro anche i rappresentanti di tutti i rioni faentini (9 del Borgo Durbecco, 7 del Rosso, 6 del Gruppo municipale, 5 del Verde, 3 del Giallo e tre del Nero), due musici e due figuranti lughesi e tre sbandieratori di Forlimpopoli.

#Niballonelmondo: sbandieratori e musici faentini premiati a Pechino

sbandieratori-faentini-in-cina-1

Sono rientrati in città gli sbandieratori e musici di Faenza, dopo il prestigioso riconoscimento conquistato nei giorni scorsi in Cina al 20° Festival internazionale del folklore di Pechino. Una giuria composta dal ministro della Cultura cinese e da altri politici ha, infatti, premiato gli sbandieratori faentini come miglior gruppo fra tutti quelli partecipanti alla manifestazione. Questa la motivazione del premio: “…per la diversità, unicità ed emozionante spettacolo che ha saputo offrire”.

I faentini, che rappresentavano al Festival l’Italia, hanno messo in fila tutti gli altri 19 gruppi partecipanti e provenienti da tutte le parti del mondo (Europa, Asia, Africa e Sud America), precedendo nella classifica finale i gruppi di Egitto, Messico, Cile e Russia.

Tutti i 5 Rioni di Faenza rappresentati in Cina

La delegazione faentina, formata da sbandieratori e musici di tutti i cinque Rioni e del Gruppo municipale, era composta da 10 sbandieratori (Ivan Samorì, Claudio Pasi, Andrea Mantellini, Marco Pasi, Lino Montevecchi, Gianluca Baldani, Carlo Toschi, Luca Pavani, Mattia Savelli e Riccardo Landi), 6 tamburi (Maurizio Drei, Maurizio Casalini, Alessandro Cantagalli, Marco Rani, Erika Conforto, Davide Forlani), 4 chiarine (Ivan Frassineti, Ilaria Minghetti, Silvia Cicognani, Gianni Guerrini), 9 figuranti (Pierantonio Noferini, Massimo Liverani, Silvia Liverani, Romano Reali, Giovanni Lorenzo, Silvia Liverani, Valeria Mainardi, Pamela Pillosu, Francesca Montevecchi) e un accompagnatore, Franca Lippi.

Il Niballo al Festival internazionale del folklore di Pechino

Nel corso della loro permanenza in Cina – dal 26 settembre al 5 ottobre scorsi – oltre a partecipare al Festival internazionale del Folklore gli sbandieratori si sono anche esibiti di fronte allo stadio olimpico di Pechino, all’Ambasciata Italiana, nella città di Yan Qing, dove si disputeranno le Olimpiadi invernali del 2022, e sulla Grande Muraglia, riscuotendo sempre un grande apprezzamento da parte del pubblico presente.

Il Niballo in Cina: sbandieratori e musici pronti a dar spettacolo a Pechino

Nuova trasferta per il gruppo sbandieratori e musici del Palio del Niballo di Faenza, che dal 26 settembre al 5 ottobre prossimi volerà in Cina, per partecipare alla 20^ edizione del Festival internazionale del folklore di Pechino. La rappresentanza faentina, invitata dagli organizzatori a partecipare a questa prestigiosa manifestazione, è guidata da Ivan Samorì ed è composta da trenta atleti: 10 sbandieratori, 6 tamburi, 4 chiarine, 9 figuranti e un accompagnatore (dodici sono del Borgo Durbecco, otto del Gruppo Municipale, due del Rione Rosso, uno del rione Giallo, uno del Rione Nero e uno del Verde. Completano il gruppo tre sbandieratori lughesi, uno di Ferrara e uno di Forlimpopoli.

Per la prima volta gli sbandieratori del Niballo in Cina

Gli sbandieratori si esibiranno in occasione della cerimonia di apertura del Festival internazionale del folklore, lunedì 1 ottobre, e in quella di chiusura, giovedì 4 ottobre. Sono inoltre previste altre due esibizioni nella giornata di mercoledì 3 ottobre, una al mattino e una al pomeriggio. Durante la permanenza in Cina il gruppo, ospite della città di Pechino, avrà anche alcuni giorni liberi nei quali avrà modo di visitare le meraviglie della città: il tempio di Confucio, la città proibita, la famosa piazza Tienanmen e la Grande Muraglia, dove avranno l’onore di effettuare una piccola esibizione.

E’ la prima volta che gli sbandieratori faentini si esibiscono in Oriente, dopo questa tappa manca solo il continente africano poi tutto il mondo avrà potuto ammirare gli sbandieratori e i musici del Palio del Niballo di Faenza. In questi anni gli sbandieratori si sono infatti esibiti in tutta Europa, nel nord, centro e sud America, in Asia e Oceania.