Al Rione Verde il 67° Niballo Palio di Faenza

E’ stato un Niballo Palio di Faenza ricco di emozioni quello del 23 giugno allo Stadio B. Neri che ha visto Marco Diafaldi del Rione Verde aggiudicarsi la 67esima edizione del Niballo Palio di Faenza, portando anche quest’anno la vittoria e il Palio dipinto dall’artista Giancarlo Montuschi al Rione di Porta Montanara. La gara ha visto i cinque Cavalieri sfidarsi nelle canoniche 20 tornate a cui si sono aggiunti tre spareggi a tre, vinti infine da Diafaldi che esce vittorioso su Matteo Tabanelli (su Lethal Grey) del Rione Nero che si

Marco Diafaldi – Rione Verde

classifica al secondo posto e Gertian Cela (su All Our Dream) del Rione Giallo che si classifica terzo. Quarto posto per il Rione Rosso di Matteo Rivola che porta a casa 3 scudi e infine il Borgo Durbecco con Luca Innocenzi che chiude il Niballo Palio di Faenza con 2 scudi. Ad assistere alla Giostra è stato un pubblico delle grandi occasioni che ha riempito gli spalti e le tribune dello Stadio B. Neri nonostante il meteo incerto, a testimonianza del grande legame  che lega il Niballo Palio di Faenza sia ai faentini che agli appassionati di rievocazione storica. Grande seguito anche nelle dirette streaming che sono state seguite sui canali digitali Youtube e social ufficiali del Palio e sul canale FB di FaenzawebTV, con pubblico anche dall’estero. La Giostra è inoltre andata in onda sul canale 14 di TeleRomagna.

I premi della giornata

Prima della Giostra, come di consueto, sono stati assegnati i premi al Corteo storico, su indicazione della Deputazione per il Niballo. Il Liocorno realizzato da Alexandra Massari dello Studio AD – Terra in Arte di Angeliki Drossaki come premio alla Miglior Dama è stato assegnato a Giulia Marini del Rione Nero, mentre il Rione Rosso si aggiudica sia il premio al Miglior Gruppo rionale offerto dalla BCC, main sponsor della manifestazione, premiato dal Presidente BCC Giuseppe Gambi, che il premio al Miglior Araldo offerto e consegnato da Baldini Group e assegnato a Matteo Fiori. A Giostra conclusa, sono invece stati consegnati i tradizionali premi della manifestazione: il Gallo offerto dall’Amministrazione comunale al terzo classificato (Rione Giallo), la porchetta offerta dal Sindacato Macellai al secondo classificato (Rione Nero) e infine il drappo al primo classificato e la Torre d’Oro offerta dalla Pro Loco a Marco Diafaldi, Cavaliere vincitore. Premio Baravelli per la tornata più veloce del Palio a Matteo Tabanelli del Rione Nero.

La Giostra: le tornate e i tempi dei vincitori

Nella prima serie di tornate è  Gertian Cela a sfidare a singolar tenzone gli avversari: la prima tornata contro il Rione Nero vede Matteo Tabanelli portarsi a casa il primo scudo della Giostra registrando un ottimo tempo che gli varrà anche il premio Baravelli per la tornata con il tempo più veloce (12’289). Nella seconda sfida è il Rione Rosso di Matteo Rivola a conquistare lo scudo mentre nella terza tornata Luca Innocenzi non riesce ad arrivare per primo al bersaglio consentendo al Rione Giallo di mettere a segno il primo scudo della serata. Nell’ultima tornata della prima serie, Marco Diafaldi arriva per primo al bersaglio e, dopo la prima serie di tornate, la classifica vede Rione Nero, Rione Rosso, Rione Verde e Rione Giallo con uno scudo e il Borgo Durbecco a zero scudi.

La seconda serie di sfide è quella del Rione Nero che si apre con lo scontro Tabanelli-Rivola. La sfida è molto combattuta, 5 i millesimi di scarto, e ad avere la meglio è Tabanelli. Nella tornata successiva Tabanelli prende una curva larga che consente a Innocenzi di conquistare il primo scudo della gara. Il Rione Nero torna all’attacco nella terza tornata conquistando lo scudo sul cavaliere del Rione Verde, che perde la tornata per soli 2 millesimi di secondo di differenza. Nell’ultima tornata è infine  Gertian Cela del Rione Giallo a portarsi a casa lo scudo. Dopo la seconda serie di tornate la classifica vede il Rione Nero a 3 scudi, Rione Giallo 2 scudi, Rione Verde, Borgo Durbecco e Rione Rosso uno scudo.

Nella terza serie di sfide è il turno di Matteo Rivola a sfidare gli altri cavalieri a singolar tenzone. Nella prima tornata Innocenzi arriva di pochissimo prima ma non va a segno e lo scudo va al Rione Rosso. A seguire è Diafaldi ad arrivare prima al bersaglio ottenendo lo scudo. Anche il Rione Giallo va a segno conquistando il suo terzo e aprendo la gara a nuovi scenari mentre l’ultima tornata viene vinta dal Rione Nero che resta in testa alla classifica: Rione Nero 4 scudi, Rione Giallo 3, Rione Verde e Rione Rosso 2 scudi, Borgo 1 scudo.

Nella quarta serie di sfide è il turno di Luca Innocenzi a sfidare dalla pista di sinistra gli altri Rioni. Nella prima tornata, ottima prestazione di Diafaldi che va a segno aggiudicando lo scudo al Rione Verde. Nella sfida col Rione Giallo è Gertian Cela ad avere la meglio e nella sfida Innocenzi-Tabanelli quest’ultimo arriva primo al bersaglio ma lo manca: scudo al Borgo Durbecco. L’ultima sfida è con Matteo Rivola che va a segno portando lo scudo al Rione Rosso. La classifica vede a questo punto il Rione Nero e il Rione Giallo a 4 scudi, Rione Verde e Rione Rosso a 3 scudi e il Borgo Durbecco a 2.

L’ultima serie di tornate in cui è Diafaldi a sfidare gli altri Cavalieri si apre con una corsa molto combattuta in cui è il Rione Giallo ad avere la meglio, aggiudicandosi 5 scudi finali. La gara riprende con la sfida Diafaldi-Tabanelli ed è il cavaliere del Rione Nero ad avere la meglio portandosi a 5 scudi come il Rione Giallo. E’ sicuramente spareggio tra i due che restano in attesa di scoprire come concluderà la gara Diafaldi: il Rione Verde deve infatti andare a segno nelle ultime sfide per garantirsi lo spareggio a tre. Riparte la terza tornata contro Matteo Rivola ed è il Rione Verde ad andare a segno, così come nella sfida contro Innocenzi che arriva in ritardo sul bersaglio. E’ spareggio a tre. La classifica al termine delle venti tornate vede Rione Verde, Rione Giallo e Rione Nero 5 scudi, Rione Rosso 3 e Borgo Durbecco 2.

Gli spareggi e la vittoria del Rione Verde

Gli spareggi partono con la sfida Rione Giallo-Rione Nero ed è Tabanelli del Rione Nero a conquistare lo scudo. La seconda sfida vede lo scontro tra il Rione Nero e il Rione Verde con lo scudo che va a Diafaldi, ma nella terza tornata che vede il Rione Verde contro il Rione Giallo, lo scudo va al Rione Giallo. Tutti i Rioni conquistano uno scudo, sancendo il via al secondo round di spareggi. La seconda serie di spareggi finisce specularmente alla prima per cui è necessario una terza serie di sfide che prende il via dopo una breve pausa come richiesto dalla Commissione sanitaria.

La terza serie di sfide sarà anche l’ultima come da indicazione della Commissione sanitaria che, come stabilito sia nel Regolamento Generale che nel Regolamento organizzativo del Niballo Palio di Faenza, ha facoltà di fornire indicazioni circa la gara in ottica di salvaguardia del benessere degli animali. Qui è il Rione Nero ad aggiudicarsi lo scudo nella sfida contro il Rione Giallo ma nelle due sfide conclusive è sempre Marco Diafaldi ad avere la meglio sugli altri Cavalieri ed è quindi lui a vincere il 67° Niballo Palio di Faenza in sella a Magia dei Sapori: la festa si sposta prima in Piazza del Popolo con la consegna del drappo sul sagrato della Cattedrale per mano del Vescovo e alla presenza del Magistrato dei Rioni e poi a Porta Montanara.

Dove rivedere la Giostra e altri appuntamenti TV

Canale Ufficiale Youtube del Palio — > 67° Niballo Palio di Faenza

Replica su TeleRomagna Ch 14 — >  28 giugno dalle ore 21.00

Processo al Palio su TeleRomagna Ch 14 — > 30 giugno alle ore 22.30

 

2024-06-24T15:40:45+02:0024 Giugno 2024|Giostra|

Condividi, scegli la piattaforma!

Torna in cima