#Niballonelmondo: sbandieratori e musici faentini premiati a Pechino

sbandieratori-faentini-in-cina-1

Sono rientrati in città gli sbandieratori e musici di Faenza, dopo il prestigioso riconoscimento conquistato nei giorni scorsi in Cina al 20° Festival internazionale del folklore di Pechino. Una giuria composta dal ministro della Cultura cinese e da altri politici ha, infatti, premiato gli sbandieratori faentini come miglior gruppo fra tutti quelli partecipanti alla manifestazione. Questa la motivazione del premio: “…per la diversità, unicità ed emozionante spettacolo che ha saputo offrire”.

I faentini, che rappresentavano al Festival l’Italia, hanno messo in fila tutti gli altri 19 gruppi partecipanti e provenienti da tutte le parti del mondo (Europa, Asia, Africa e Sud America), precedendo nella classifica finale i gruppi di Egitto, Messico, Cile e Russia.

Tutti i 5 Rioni di Faenza rappresentati in Cina

La delegazione faentina, formata da sbandieratori e musici di tutti i cinque Rioni e del Gruppo municipale, era composta da 10 sbandieratori (Ivan Samorì, Claudio Pasi, Andrea Mantellini, Marco Pasi, Lino Montevecchi, Gianluca Baldani, Carlo Toschi, Luca Pavani, Mattia Savelli e Riccardo Landi), 6 tamburi (Maurizio Drei, Maurizio Casalini, Alessandro Cantagalli, Marco Rani, Erika Conforto, Davide Forlani), 4 chiarine (Ivan Frassineti, Ilaria Minghetti, Silvia Cicognani, Gianni Guerrini), 9 figuranti (Pierantonio Noferini, Massimo Liverani, Silvia Liverani, Romano Reali, Giovanni Lorenzo, Silvia Liverani, Valeria Mainardi, Pamela Pillosu, Francesca Montevecchi) e un accompagnatore, Franca Lippi.

Il Niballo al Festival internazionale del folklore di Pechino

Nel corso della loro permanenza in Cina – dal 26 settembre al 5 ottobre scorsi – oltre a partecipare al Festival internazionale del Folklore gli sbandieratori si sono anche esibiti di fronte allo stadio olimpico di Pechino, all’Ambasciata Italiana, nella città di Yan Qing, dove si disputeranno le Olimpiadi invernali del 2022, e sulla Grande Muraglia, riscuotendo sempre un grande apprezzamento da parte del pubblico presente.

Il Niballo in Cina: sbandieratori e musici pronti a dar spettacolo a Pechino

Nuova trasferta per il gruppo sbandieratori e musici del Palio del Niballo di Faenza, che dal 26 settembre al 5 ottobre prossimi volerà in Cina, per partecipare alla 20^ edizione del Festival internazionale del folklore di Pechino. La rappresentanza faentina, invitata dagli organizzatori a partecipare a questa prestigiosa manifestazione, è guidata da Ivan Samorì ed è composta da trenta atleti: 10 sbandieratori, 6 tamburi, 4 chiarine, 9 figuranti e un accompagnatore (dodici sono del Borgo Durbecco, otto del Gruppo Municipale, due del Rione Rosso, uno del rione Giallo, uno del Rione Nero e uno del Verde. Completano il gruppo tre sbandieratori lughesi, uno di Ferrara e uno di Forlimpopoli.

Per la prima volta gli sbandieratori del Niballo in Cina

Gli sbandieratori si esibiranno in occasione della cerimonia di apertura del Festival internazionale del folklore, lunedì 1 ottobre, e in quella di chiusura, giovedì 4 ottobre. Sono inoltre previste altre due esibizioni nella giornata di mercoledì 3 ottobre, una al mattino e una al pomeriggio. Durante la permanenza in Cina il gruppo, ospite della città di Pechino, avrà anche alcuni giorni liberi nei quali avrà modo di visitare le meraviglie della città: il tempio di Confucio, la città proibita, la famosa piazza Tienanmen e la Grande Muraglia, dove avranno l’onore di effettuare una piccola esibizione.

E’ la prima volta che gli sbandieratori faentini si esibiscono in Oriente, dopo questa tappa manca solo il continente africano poi tutto il mondo avrà potuto ammirare gli sbandieratori e i musici del Palio del Niballo di Faenza. In questi anni gli sbandieratori si sono infatti esibiti in tutta Europa, nel nord, centro e sud America, in Asia e Oceania.