#niballonelmondo: vince Gianni Baldassarri

gianni-baldassarri_alaska

È il faentino Gianni Baldassarri il vincitore del Contest Instagram #niballonelmondo, grazie a una foto che lo ritrae tra i ghiacciai del circolo polare artico assieme a una riproduzione della bandiera del Rione Nero, segno di un legame intatto con la propria città nonostante la distanza. L’iniziativa #niballonelmondo ha premiato la miglior foto scattata da un faentino all’estero capace di testimoniare, a distanza, l’amore per il Palio e per il proprio Rione. Al vincitore, selezionato dal Comitato Palio, è andato un buono aereo per tornare a Faenza nel 2019 durante il mese del Palio.

Un Contest Instagram per testimoniare l’amore per il Palio nel mondo

Nel corso delle manifestazioni del Niballo Palio di Faenza 2018 è stato attivato un Contest Instagram dedicato a tutti i faentini residenti all’estero. Partito il 23 maggio e conclusosi il 15 settembre scorso, il Contest #niballonelmondo si è posto come obiettivo quello di coinvolgere tutti coloro che, per ragioni di studio o di lavoro, non risiedono più a Faenza e per permettere loro di trasmettere la tradizione cittadina del Palio del Niballo in qualsiasi angolo del mondo.

gianni-baldassarri_alaska

Gianni Baldassarri lavora per un’azienda italiana attiva nel settore energetico e per questo sono frequenti gli spostamenti in giro per il mondo; attualmente vive ad Abu Dhabi. L’amore per il Rione rimane però costante nei suoi viaggi. «Nel 2005 sono entrato nel Rione Nero perché volevo provare il tamburo, e non immaginavo cosa mi aspettasse – spiega Baldassarri – gruppo musici, prove, amici, uscite e prove di nuovo, gare, vittorie. Un’esperienza bellissima. Ho trovato simpaticissima questa iniziativa del Contest Instagram e ho colto l’occasione».

Una prima analisi del fenomeno migratorio faentino, con particolare focus sui giovani

L’iniziativa #niballonelmondo è stata una delle azioni sviluppate da “Faenza Calls World”, progetto promosso dal Comune di Faenza e realizzato con il contributo della Regione Emilia-Romagna nell’ambito della legge regionale 5/2015 a supporto della Consulta emiliano-romagnoli nel mondo. Il progetto ha sviluppato un percorso d’indagine sulla realtà dei cittadini di Faenza emigrati all’estero, con un particolare focus sulle nuove generazioni. «Abbiamo voluto trasmettere a questa comunità di faentini nel mondo il messaggio che ‘Faenza è con loro’ anche se lontana – spiega il sindaco Giovanni Malpezzi – e non dimentica i suoi cittadini all’estero. Non si tratta di una semplice ‘operazione nostalgia’, ma di un modo per tenere vive relazioni autentiche, un interscambio che può arricchire tanto chi è lontano quanto Faenza stessa».

Il progetto ha previsto tra le varie azioni anche l’ideazione, sviluppo e utilizzo di un’apposita App ‘Faenza Calls World’ (www.faenzacallsworld.com), strumento multimediale innovativo che ha permesso non solo di inviare informazioni, notizie e aggiornamenti su Faenza e il mondo del Palio, ma anche in senso inverso di raccogliere feedback, informazioni, commenti, esperienze degli utenti stessi.

Tramite l’App Faenza Calls World è possibile vedere la mappa dei faentini nel mondo

Proprio con queste informazioni, incrociate con i dati ufficiali AIRE, è stata realizzata una prima analisi del fenomeno migratorio locale, con particolare focus sui giovani; un trend in costante crescita al quale si è cercato di dare una prima lettura interpretativa.

A curare la ricerca è stata, a sua volta, una romagnola nel mondo: Elena Festa, ricercatrice dell’Università di Santa Barbara in California, dove insegna e sta conseguendo un secondo dottorato nell’ambito dei Global Studies, con particolare focus sulla crisi migratoria europea. «Nel caso specifico faentino – spiega Elena Festa nella sua analisi – troviamo due macro-categorie che rappresentano per i giovani emigrati motivo d’interesse verso la città d’origine: l’ambito economico (quindi l’interesse verso opportunità che potrebbero convincerli a fare ritorno) e l’ambito culturale. È quindi su questi due fronti che è necessario concentrare attività e strategie per mantenere vivo il legame con la città d’origine».

Assieme alla ricerca, è stata inoltre presentata la mappa multimediale geolocalizzata, realizzata tramite l’App, che permette di visualizzare tramite il proprio smartphone dove si trovano i faentini nel mondo.

mappa Faenza Calls World

Tutti pazzi per il Niballo anche sul web e streaming: il 2018 vede numeri record

Le telecronache delle manifestazioni del Niballo Palio di Faenza prodotte dalla Cooperativa dei Manfredi hanno fatto registrare grandi numeri, che superano di gran lunga quelli del 2016 e del 2017, con tanto di visualizzazioni su internet da tre continenti. E deve ancora arrivare il Palio, per il quale è prevista pure la diretta televisiva.

Quasi 7mila utenti hanno seguito la gare delle Bandiere

Hanno “fatto il pieno” in particolare le dirette delle gare degli sbandieratori, diffuse in streaming sul sito paliodifaenza.it e sulla relativa pagina Facebook. Se per la gara del Singolo e la gara a Coppie under 21 di domenica 3 giugno si sono registrate poco meno di 600 visualizzazioni, per la giostra cavalleresca della Bigorda d’Oro della serata di sabato 9 giugno c’è stata una vera impennata. Il “contatore” si è fermato a 1.456 con 1.430 dall’Italia, mentre il resto è stato distribuito fra Stati Uniti, Svizzera, Grecia, Bulgaria, Francia, Paesi Bassi, Arabia Saudita: i faentini all’estero hanno sicuramente fatto la parte del leone, ma forse non erano soli…

A “fare il botto” sono stati il Torneo degli Alfieri bandieranti e dei Musici di sabato 16 giugno e la gara delle bandiere a Coppie della sera successiva. Per la prima manifestazione, dove si sono esibiti Singolo, Piccola Squadra, Grande Squadra e Musici, le visualizzazioni sui vari canali internet (streaming su paliodifaenza.it, facebook, youtube) hanno sfiorato lo straordinario numero di 6.900; per la seconda serata la cifra è leggermente inferiore, superando le 6.730 unità. Anche per l’ultimo week end non sono mancati gli spettatori dall’estero: Francia, Stati Uniti, Regno Unito, Irlanda, Portogallo, Turchia, Austria, Messico.

Ai dati forniti dalla rete, andranno poi ad aggiungersi, una volta disponibili, quelli relativi alle sintesi differite messe in onda da Teleromagna e diffuse in tutta l’Emilia-Romagna, ma anche in parte del Veneto e della Lombardia.

La diretta del Palio del Niballo il 24 giugno

Teleromagna, da tre anni partner della Cooperativa dei Manfredi, trasmetterà in diretta domenica prossima 24 giugno alle 18 il corteo storico dei cinque Rioni e del Gruppo Municipale allo stadio “Bruno Neri” e alle 19.25 circa il 62esimo Palio del Niballo che si annuncia particolarmente combattuto e incerto.
Oltre che sul canale 14 di Teleromagna, corteo storico e Palio potranno essere seguiti in diretta in tutto il mondo sui siti internet teleromagna.it e paliodifaenza.it: quest’ultimo sarà affiancato dalla propria pagina facebook. Nella serata di lunedì 25 Teleromagna diffonderà la cronaca differita alle 21.
Corteo storico e Palio del Niballo verranno ripresi da cinque telecamere posizionate strategicamente al “campo della giostra” sotto la regia di Fabio Bossa e il coordinamento tecnico di Marco Tredozi; la telecronaca sarà affidata a Rodolfo Cacciari e ad Alice Liverani, il commento tecnico a Mario Giacomoni, vincitore di giostre cavalleresche in tutta Italia di cui ben nove Palii a Faenza.