Bandiere U21: trionfa il Borgo; per la 1^ volta il tamburino al Rosso

Una notte che verrà ricordata a lungo a Borgo Durbecco, che porta a casa sia il Singolo che la Coppia giovani. Torna a vincere Riccardo Lotti, questa volta con i colori di Borgo Durbecco dopo il successo ottenuto due anni fa con Porta Montanara. Agguerritissima la lotta per la Coppia, che vede spuntarla di pochissimi punti Nicholas Gorini e Alessio Buzzi sulla coppia del Nero. Soddisfazione anche per il Rione Rosso che vince per la prima volta nella sua storia la competizione del tamburino under 21 con Christian Vignoli.

Il giuramento dei cavalieri

Una piazza del popolo che ha accolto tantissimi tifosi ad assistere alle sfide degli Alfieri Bandieranti e Musici under 21, che si sono svolte domenica 2 giugno. La serata è iniziata con il tradizionale Giuramento dei Cavalieri della Bigorda d’Oro, la giostra dei giovani cavalieri del Palio di Faenza. Questi i cavalieri che si sfideranno il prossimo sabato 8 giugno allo stadio Bruno Neri: per il Rione Giallo ha giurato il cavaliere detentore del titolo Manuel Timoncini che correrà su Ramona Danzing; per il Rione Verde il debuttante Luca Paterni su Guaderian; per il Rione Rosso Matteo Gianelli, già vincitore della Bigorda due anni fa, su Solsbury hill; per il Rione Nero Daniele Maretti su Tabata Taide; per Borgo Durbecco non era presente perché impegnato in gare Tommaso Suadoni: al suo posto ha giurato il tamburino Enrico Gnagnarella.

Singolo: torna a vincere Riccardo Lotti

Borgo Durbecco e Rione Giallo: al termine delle rispettive esibizioni è chiaro che saranno loro a contendersi il titolo del Singolo 2019. Alla fine ha la meglio la straordinaria l’esibizione a cinque bandiere di Riccardo Lotti del Borgo Durbecco, che conquista il primo posto con 27,85 punti; altrettanto positiva è la prova di Davide Lionetti del Giallo, che deve però accontentarsi della seconda posizione con 24,83. Si riconferma al terzo posto Giacomo Costa del Rione Nero (23,43), mentre al quarto posto troviamo Marco Bertoni, il più giovane a esibirsi a soli 16 anni (18,98 punti). Il Rione Rosso non ha presentato sbandieratori in questa disciplina. Era dal 2013 che Borgo Durbecco non portava a casa questo titolo, con Lorenzo Rinaldi, e ottiene il suo settimo successo in questa competizione.

Riccardo Lotti, vincitore del Singolo under 21.

Coppia, la spuntano di pochi punti Gorini e Buzzi

Una gara molto equilibrata e avvincente quella della Coppia Giovani: a spuntarla sono Nicholas Gorini e Alessio Buzzi con i portabandiere Devis Valmori e Mattia Pasi, e Andrea Foschini come tamburino; sopravanzano di pochissimi punti il Rione Nero di Luca Senni e Antonio Costa (24,21). Al terzo posto il Giallo con Davide Lionetti e Luca Ghinassi (21,84), quarto posto per il Rione Verde con Nicolò Del Popolo e Mirco Mazzotti (18,18) e infine il Rione Rosso con i giovani Francesco Palomba e Filippo Passero (15,21).

Nicholas Gorini e Alessio Buzzi, vincitori della Coppia giovani.

Tamburino U21, per la 1^ volta vince il Rosso

Il miglior tamburino è del Rione Rosso con Christian Vignoli, che porta per la prima volta a Porta Imolese questo titolo: 67 i punti assegnati al tamburino. Secondo posto per il Borgo Durbecco con Andrea Foschini (61,3), poi il Rione Nero con Mattia Ricci (57,1), quarto posto con Letizia Fabbri per il Rione Giallo (51) e infine il Rione Verde con Alessia Cornacchia (44,1).

Christian Vignoli, miglior tamburino under 21.

Bandiere U15: tutti i vincitori del Niballo 2019

Un Niballo proiettato verso il futuro e che continua a trasmettere la passione per le bandiere, i tamburi e le chiarine alle nuove generazioni: non è un caso che siano stati proprio loro, i giovanissimi Alfieri Bandieranti dei cinque rioni, ad aprire il mese del Palio, domenica 2 giugno, sfidandosi in piazza del Popolo. Le gare under 15, come da tradizione, sono suddivise per fasce d’età: la prima ha visto sfidarsi i giovani dagli 8 ai 10 anni; la seconda dagli 11 ai 13 e la terza dai 14 ai 15 anni; e i piccoli partecipanti hanno potuto così saggiare le loro qualità di fronte alla giuria Fisb (Federazione italiana sbandieratori), facendo squadra tra loro e promuovendo così una sana competizione che ha come primo obiettivo quello di mettere in gioco se stessi – soli o in gruppo – in mezzo a una delle piazze più belle d’Italia.

Le gare hanno visto sfidarsi tantissimi giovani sbandieratori che hanno dato prova di grande abilità e il bilancio finale, molto equilibrato, vede primeggiare il Rione Giallo con tre successi, mentre Rosso, Nero e Borgo Durbecco ottengono due vittorie ciascuno. A mani vuote il Rione Verde, che ha comunque portato a esibirsi giovani che hanno sfiorato per un soffio la vittoria, come nel caso della Coppia di II fascia. A premiare i vincitori è stato il sindaco di Faenza, Giovanni Malpezzi. Per tutti i Rioni, la soddisfazione più grande rimane però quella di aver trasmesso la passione per il Niballo e per il proprio rione alle nuove generazioni, a coloro che rappresenteranno gli sbandieratori del domani, pronti a proseguire la grande tradizione faentina anche a livello nazionale.

I Fascia (8-10 anni): vincono Giallo, Borgo e Nero

Il singolo vede un piazzamento d’oro femminile con Viola Visani del Rione Giallo, terza l’anno scorso, che questa volta conquista il posto più alto del podio (24,35). Precede Filippo Maurizi del Borgo (23,74) e Matteo Rossi del rione di Porta Imolese (23,11). A seguire Giacomo Facchini del Nero (22,20), Enrico Tassinari del Borgo (19,48) e Maicol Babini del Rosso (17,39).

Il premio di miglior coppia di I fascia va al duo del Rione Nero Luca Resta-Giacomo Facchini (17.98) che precede la coppia Leonardo e Filippo Vitali del Rosso (13,49).

II Fascia (11-13 anni): grandi vittorie per il Borgo

Il singolo ha visto primeggiare Alessandro Ricci del Borgo (24,17), seguito da Davide Ricci del Giallo (23,49) e Nicolas Solaroli del Rosso (21,68). A seguire i due sbandieratori del Verde, Simone Bergami (20, 38) e Luca Santuari (19,37).

Per quanto riguarda la Coppia, replicano il successo dell’anno scorso ottenuto in prima fascia i fratelli Federico e Filippo Maurizi con 18,89 punti, secondo posto per il duo del Rione Verde Simone Bergami e Luca Santuari (18,52).

III Fascia (14-15 anni): Luca Ghinassi si conferma campione nel Singolo

Una prova eccellente per il campione italiano Luca Ghinassi, del Rione Giallo, che con 27,71 punti si conferma come il miglior sbandieratore in questa categoria. Precede Lorenzo Facchini del Rione Nero (14,97).

Nella Coppia, unica partecipante quella del Giallo composta da Guberti e Ricci, che ha dato comunque prova di una bella esibizione (18,53).

Per quanto riguarda la Piccola squadra, la vittoria va al Rione Nero (14,20), composta da Martina Bandini, Giuseppe Celiento, Guerrino Celiento,a Celiento, Lorenzo Facchini, Fernando Vergnana. I musici: Christian Traversari, Gabriele Taglioni, Sara Larizza, Zelia Laghi, Riccardo Barnabè, Gaia Gregorio, Ginevra Cipriani. Il Rione di Porta Ravegnana ha avuto la meglio sul Rione Rosso (10,20) e il Borgo (9,58).

Sempre in questa categoria vittoria, si confermano vincitori i musici del Rione Rosso (13,10) Agata Fiaschetti Agata, Martina Rossi, Lisa Amadeo, Alessia D’Amico, Martina Pierucci, Anna Mercuriali. Hanno avuto la meglio sui musici del Nero (10,70) e del Borgo (5,99).

Al Rione Rosso la Grande squadra

Vincono i piccoli sbandieratori dell Rione Rosso (10,45), unico partecipante, ma che ha dimostrato grande impegno nel portare sbandieratori giovanissimi in una prova impegnativa. La Grande squadra di I fascia era composta da Francesco Ivan Mastropasqua, Alex Babini, Leonardo Vitali, Filippo Vitali, Massimo Ranali, Marco Severi, Maicol Babini, Federico Albrizio.

 

#Niballonelmondo: sbandieratori e musici faentini premiati a Pechino

sbandieratori-faentini-in-cina-1

Sono rientrati in città gli sbandieratori e musici di Faenza, dopo il prestigioso riconoscimento conquistato nei giorni scorsi in Cina al 20° Festival internazionale del folklore di Pechino. Una giuria composta dal ministro della Cultura cinese e da altri politici ha, infatti, premiato gli sbandieratori faentini come miglior gruppo fra tutti quelli partecipanti alla manifestazione. Questa la motivazione del premio: “…per la diversità, unicità ed emozionante spettacolo che ha saputo offrire”.

I faentini, che rappresentavano al Festival l’Italia, hanno messo in fila tutti gli altri 19 gruppi partecipanti e provenienti da tutte le parti del mondo (Europa, Asia, Africa e Sud America), precedendo nella classifica finale i gruppi di Egitto, Messico, Cile e Russia.

Tutti i 5 Rioni di Faenza rappresentati in Cina

La delegazione faentina, formata da sbandieratori e musici di tutti i cinque Rioni e del Gruppo municipale, era composta da 10 sbandieratori (Ivan Samorì, Claudio Pasi, Andrea Mantellini, Marco Pasi, Lino Montevecchi, Gianluca Baldani, Carlo Toschi, Luca Pavani, Mattia Savelli e Riccardo Landi), 6 tamburi (Maurizio Drei, Maurizio Casalini, Alessandro Cantagalli, Marco Rani, Erika Conforto, Davide Forlani), 4 chiarine (Ivan Frassineti, Ilaria Minghetti, Silvia Cicognani, Gianni Guerrini), 9 figuranti (Pierantonio Noferini, Massimo Liverani, Silvia Liverani, Romano Reali, Giovanni Lorenzo, Silvia Liverani, Valeria Mainardi, Pamela Pillosu, Francesca Montevecchi) e un accompagnatore, Franca Lippi.

Il Niballo al Festival internazionale del folklore di Pechino

Nel corso della loro permanenza in Cina – dal 26 settembre al 5 ottobre scorsi – oltre a partecipare al Festival internazionale del Folklore gli sbandieratori si sono anche esibiti di fronte allo stadio olimpico di Pechino, all’Ambasciata Italiana, nella città di Yan Qing, dove si disputeranno le Olimpiadi invernali del 2022, e sulla Grande Muraglia, riscuotendo sempre un grande apprezzamento da parte del pubblico presente.

Il Niballo in Cina: sbandieratori e musici pronti a dar spettacolo a Pechino

Nuova trasferta per il gruppo sbandieratori e musici del Palio del Niballo di Faenza, che dal 26 settembre al 5 ottobre prossimi volerà in Cina, per partecipare alla 20^ edizione del Festival internazionale del folklore di Pechino. La rappresentanza faentina, invitata dagli organizzatori a partecipare a questa prestigiosa manifestazione, è guidata da Ivan Samorì ed è composta da trenta atleti: 10 sbandieratori, 6 tamburi, 4 chiarine, 9 figuranti e un accompagnatore (dodici sono del Borgo Durbecco, otto del Gruppo Municipale, due del Rione Rosso, uno del rione Giallo, uno del Rione Nero e uno del Verde. Completano il gruppo tre sbandieratori lughesi, uno di Ferrara e uno di Forlimpopoli.

Per la prima volta gli sbandieratori del Niballo in Cina

Gli sbandieratori si esibiranno in occasione della cerimonia di apertura del Festival internazionale del folklore, lunedì 1 ottobre, e in quella di chiusura, giovedì 4 ottobre. Sono inoltre previste altre due esibizioni nella giornata di mercoledì 3 ottobre, una al mattino e una al pomeriggio. Durante la permanenza in Cina il gruppo, ospite della città di Pechino, avrà anche alcuni giorni liberi nei quali avrà modo di visitare le meraviglie della città: il tempio di Confucio, la città proibita, la famosa piazza Tienanmen e la Grande Muraglia, dove avranno l’onore di effettuare una piccola esibizione.

E’ la prima volta che gli sbandieratori faentini si esibiscono in Oriente, dopo questa tappa manca solo il continente africano poi tutto il mondo avrà potuto ammirare gli sbandieratori e i musici del Palio del Niballo di Faenza. In questi anni gli sbandieratori si sono infatti esibiti in tutta Europa, nel nord, centro e sud America, in Asia e Oceania.

Memorial Sabbatani: a Faenza si sfidano gli sbandieratori Over 38

bandiere giallo

Mentre in città e nel mondo del Palio è ancora grande la soddisfazione per gli ottimi risultati ottenuti dagli sbandieratori faentini nei Campionati italiani svoltisi lo scorso weekend a Ferrara, Faenza si appresta già a vivere un altro momento entusiasmante per lo sport della bandiera. Infatti, sabato 15 settembre 2018, con inizio alle ore 15, in piazza del Popolo si disputerà il Torneo nazionale sbandieratori e musici over 38 – Trofeo memorial Sandro Sabbatani, nel ricordo dell’ex sbandieratore del rione Rosso.

L’evento, ideato da Ivan Samorì, è a cura del Gruppo Municipale

La manifestazione, giunta quest’anno alla 13^ edizione, è stata ideata nel 2006 dal faentino Ivan Samorì ed è organizzata dal Gruppo Municipale del Niballo Palio di Faenza. Da quest’anno l’età minima per partecipare è stata elevata a 38 anni, già l’anno scorso era stata portata a 37 dai 35 del 2015, con l’obiettivo di aumentare l’età di partecipazione di un anno in ogni edizione, per trasformare, a partire dal 2020, il torneo in over 40. Alla manifestazione partecipano tanti veterani di questo antico sport, che vantano molti titoli nazionali vinti nel corso della loro pluriennale carriera ai Campionati italiani organizzati dalla Federazione nazionale sbandieratori.

Torneo nazionale di bandiere: tante città italiane in gara

Il torneo consente al pubblico di ammirare l’evoluzione che lo sport della bandiera ha conosciuto negli anni, infatti ogni atleta ha un proprio stile e rappresenta una propria scuola, a differenza di quanto avviene oggi perchè il regolamento federale ha praticamente uniformato tutti gli esercizi. Saranno oltre 200 i partecipantia questa tredicesima edizione, fra sbandieratori, musici e tamburini, in rappresentanza di molte delle principali città italiane fra quelle storiche di Palio: Ferrara, Lugo di Romagna, Fossano (Cuneo), Querceta (Lucca), Asti, Volterra (Pisa) e San Bonifacio (Verona).

In tutto 60 atleti faentini in gara

Faenza sarà in gara con una sessantina di atleti, fra sbandieratori e musici, di quattro rioni: Borgo Durbecco, Nero, Rosso e Verde. Sette le specialità previste: singolo, coppia, piccola squadra (composta da 4 a 6 atleti), grande squadra (da 8 a 16 atleti), la gara del tamburino (che accompagna singoli e coppie), la gara dei musici (che accompagnano le piccole e grandi squadre) e la categoria acrobatica (abbinata alle discipline di singolo e coppia).

Al termine delle gare, cena al rione Verde

I partecipanti sono divisi per cinque fasce d’età. La prima fascia comprende atleti dai 38 ai 42 anni, la seconda da 43 a 50, la terza da 51 a 60, la quarta da 61 a 70 e la quinta, infine, oltre i 71 anni. Le gare, precedute da una sfilata che partirà dalle varie sedi rionali (alle ore 14.30) per raggiungere la piazza del Popolo, teatro della manifestazione, inizieranno alle ore 15.15 circa, dopo il saluto ai partecipanti del sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi. In caso di maltempo il torneo si disputerà nella palestra della scuola media Strocchi (con ingresso da via Zauli Naldi). In serata, al termine delle gare, si terrà una cena presso la sede del rione Verde, nel corso della quale è anche programmata la cerimonia di premiazione dei vincitori.