Contest Instagram #niballoanchio19: le interviste ai vincitori (e la gallery 2019)

Un viaggio fatto di storia, tradizioni, attese, passione. A Faenza giugno significa mese del Niballo, con il suo crescendo unico di appuntamenti che riempie di fascino rinascimentale la città e gli spazi rionali. Oltre ai tornei che si svolgono nei fine settimana, c’è chi si emoziona con i suoni di tamburi e chiarine che risuonano nella Piazza e all’interno dei cinque rioni, chi lo associa alla convivialità delle serate rionali con i loro sapori e profumi, e poi c’è chi resta ipnotizzato dai colori e le suggestioni del corteo storico e delle bandiere che sventolano nell’aria. Uno dei modi per serbare a lungo queste emozioni e il loro ricordo è sicuramente quello di catturarle con i nostri occhi attraverso gli scatti fotografici. Così i partecipanti al Contest Instagram #niballoanchio19 sono stati chiamati a raccontare anche quest’anno le manifestazioni del Niballo, la rievocazione storica della città manfreda che coinvolge ogni anno nel mese di giugno migliaia di persone. Sono state tantissime le foto ricevute e ognuna di essa ha saputo raccontare in modo autentico la magia del mese del Niballo da diverse prospettive, cogliendo le sfumature di una manifestazione capace di aggregare un’intera città.

Abbiamo chiesto ai vincitori del Contest Paolo Bulzacca (premio della Community) e Veronica Caroli (premio della Critica) di raccontarci cosa ha ispirato le loro fotografie e cosa significa per loro il mese del Niballo. Ecco qui le loro risposte accompagnate, a fine pagina, da un piccolo book fotografico del mese del Palio, con alcuni degli scatti che hanno partecipato al concorso fotografico #niballoanchio19.

 

Ciao Paolo, raccontaci un po’ di te.

Sono Paolo, sono di Faenza, ho 21 anni e frequento l’università. Ho sempre giocato a calcio, ma per alcuni

Ph. Paolo Bulzacca – Foto vincitrice del Contest #niballoanchio19 (Premio della Community)

anni ho suonato anche nel mio rione (Rione Verde) come chiarina.

Qual è la cosa che ti piace di più delle settimane del Palio?

Mi piace vedere la città di Faenza che si riempie dei cinque colori dei rioni.

Descrivi con tre aggettivi il Niballo Palio di Faenza

Passione, cuore, determinazione.

Cosa hai cercato di rappresentare con la fotografia con cui hai partecipato al Contest Instagram?

La gioia di aver rivinto la botte grazie a Massi e Filo dopo 14 anni.

Qual é stato il momento della giornata del Niballo allo Stadio B. Neri che hai reputato più emozionante?

Gli scudi vinti dal mio Rione.

Consiglieresti a chi non ha mai partecipato alla vita rionale di farlo? Cosa significa far parte di un rione?

Assolutamente si. Il rione diventa una seconda famiglia e ti permette di vivere giugno con una prospettiva completamente diversa.

—————

Ciao Veronica, raccontaci un po’ di te.
Mi chiamo Veronica, ho 31 anni, sono mamma di un bimbo di 4 anni che si chiama Eugenio e ho un negozio di parrucchiera in società con mia mamma da 12 anni. Sono Borghigiana dalla nascita e sono la responsabile del corteo
Ph. Veronica Caroli – Foto vincitrice del Contest #niballoanchio19 (Premio della Critica)

storico di Borgo Durbecco.

Qual è la cosa che ti piace di più delle settimane del Palio?
Sicuramente è l’atmosfera che si respira nelle sedi rionali… è come una famiglia che dopo tanto tempo si riunisce di nuovo tutta insieme e condivide ogni giorno momenti ed emozioni.
Descrivi con tre aggettivi il Niballo Palio di Faenza
In realtà non ho proprio tre aggettivi… per me il palio è passione, adrenalina e soprattutto il palio è vivo e tiene viva la città!
Cosa hai cercato di rappresentare con la fotografia con cui hai partecipato al Contest Instagram?
Ho voluto condividere un momento di gioia immenso per me… poter sfilare in costume storico insieme a mio figlio, potergli far conoscere quello che è il mondo di mamma e babbo anche solo per un’ora. Non avevo qualcosa da rappresentare in particolare, se non il tramandare una passione di generazione in generazione, per far sì che queste passioni continuino a vivere nel tempo.
Qual é stato il momento della giornata del Niballo allo Stadio B. Neri che hai reputato più emozionante?
Il momento più bello della giornata per me è stato sicuramente l’ingresso al campo della giostra… quest’anno avevo un ruolo particolare, ero la dama del mio Borgo e nonostante fosse la quattordicesima volta che entravo al campo in costume, il cambio da rotellino a dama si è fatto sentire tutto e l’emozione è stata indescrivibile
Consiglieresti a chi non ha mai partecipato alla vita rionale di farlo? Cosa significa far parte di un rione?
Assolutamente si! Il rione è famiglia, amici, passione… il rione è la nostra seconda casa e in se racchiude tanti dei momenti più belli della vita di ognuno di noi, emozioni, pianti, vittorie e sconfitte…

 

Continuate a vivere con noi il Niballo con le immagini raccolte durante le settimane del Palio. Anche se le manifestazioni principali si svolgono nel mese di giugno, il mondo dei rioni vive tutto l’anno. Raccontatelo insieme a noi!

Ecco qui una photogallery con alcune delle foto che hanno partecipato al Contest #niballoanchio19. Trovate tutte le foto sull’account Instagram @niballo_paliodifaenza

Contest Instagram #niballoanchio19: i tuoi scatti per raccontare la magia del Palio

Inquadra, scatta, vinci! Torna anche in questa edizione del Niballo Palio di Faenza il Contest fotografico Instagram. Un racconto fatto di immagini attraverso cui tutti gli amanti e i supporter di questa rievocazione storica, possono testimoniare con i loro scatti la magia di questo mese che ci accompagnerà fino al 23 giugno con la giostra allo Stadio Bruno Neri. Ecco qui nel dettaglio come partecipare e quali hashtag utilizzare per partecipare al concorso e vincere due accessi alla giostra del Niballo!

1- Il ContestIl Contest prenderà il via il giorno 23 Maggio 2019 e si concluderà il giorno 20 giugno 2019. La partecipazione è gratuita ed è rivolta a tutti coloro che hanno attivo un account Instagram, senza limitazioni di età.

2 – ObiettiviL’obiettivo è quello di immortalare i momenti più significativi che precedono il Palio del 23 giugno, incluse scena di vita rionale, i supporter e immagini di Faenza legate alla magia del mese del Niballo. Non ci sono limiti al numero di foto. Per partecipare utilizza l’hashtag #niballoanchio19 (sono accettati anche gli hashtag affini #niballoanchio2019 #niballoancheio19 #niballoancheio2019)

3– Come parteciparePer partecipare al concorso segui queste semplici istruzioni:

mirkobagnaresi
ph. Mirko Bagnaresi
  1. Cerca l’account niballo_paliodifaenza su Instagram e clicca – – > Segui
  2. Carica sul tuo account personale le foto originali di uno o più momenti legati alla preparazione del Palio del Niballo 2019
  3. Inserisci l’hashtag #niballoanchio19 nel campo descrizione della foto e tagga @niballo_paliodifaenza nelle tue foto.
  4. In base ai like ricevuti, potrai vincere 2 accessi per assistere in Tribuna al Palio del 23 giugno, allo stadio comunale Bruno Neri. Saranno inoltre messi in palio altri 2 accessi per la Tribuna, come premio della critica per la foto che più rappresenta lo spirito rionale.

4 – Modalità di comunicazione del vincitore.  A decretare la vittoria sarà una giuria composta da personalità afferenti al mondo rionale e il nome del vincitore verrà comunicato sull’account Instagram niballo_paliodifaenza e sull’account FB @NiballoOfficial il giorno 20 giugno.

Invita anche tutti i tuoi amici a seguirci!

5 – Condizioni di partecipazione: L’inserimento di un’immagine con #niballoanchio19 equivale a :

  • dichiarazione di proprietà dell’immagine o di pieno possesso dei diritti di pubblicazione
  • dichiarazione che le foto non contengono materiale osceno, esplicitamente sessuale, violento, discriminante per sesso, etnia o religione e rione, offensivo, diffamatorio
  • consenso per la pubblicazione delle foto su siti web o canali social ufficiali dell’organizzatore
  • cessazione dei diritti di autore sull’immagine che potrà essere usata, modificata, riprodotta anche parzialmente, ed a titolo gratuito, attraverso i canali di comunicazione dell’organizzatore
  • l’organizzazione non richiederà ai partecipanti dati personali o sensibili

Scarica il programma in pdf

Contest Instagram #niballoanchio2017: l’intervista ai vincitori

Come vi sarà forse capitato di leggere nel corso delle ultime settimane, “Vivi la storia da protagonista” è stato il motto a cui si è ispirata la 61^ edizione del Niballo Palio di Faenza. Ma chi sono questi protagonisti? La manifestazione manfreda coinvolge ogni anno centinaia di rionali, oltre alle varie istituzioni facenti parte dell’organizzazione. Grazie al loro impegno e alla loro dedizione, è possibile assistere ogni anno ad eventi imperdibili che animano le serate rionali nelle settimane che accompagnano le varie gare. Loro sono sicuramente i protagonisti, ma insieme a loro lo è anche la comunità faentina (e non solo), che ogni anni si riversa per le strade e allo stadio ad assistere lo spettacolo del mese del Niballo.

L’obiettivo del Contest Instagram #niballoanchio2017 è stato proprio questo: lasciare che fossero i cittadini a dire la loro e a catturare attraverso le immagini ciò che per loro rappresenta il Niballo. Abbiamo chiesto ai due vincitori del Contest, Daniele Geminiani (foto scelta dalla community di Instagram) e Roberto Segato (foto scelta dalla critica) di raccontarci il loro punto di vista di protagonisti, e di farlo anche attraverso le immagini scattate allo Stadio B. Neri lo scorso 25 giugno, in occasione della Giostra.

 

Ciao Daniele, raccontaci un po’ di te.

Mi chiamo Daniele Geminiani, ho 23 anni e sono di Faenza.

Segui abitualmente il Palio del Niballo? 

Tifo per il rione Verde ma non mi considero un vero e proprio “rionale”. Ma a giugno, come a tutti i faentini, si risveglia in me la passione per il Palio.

Quale è la cosa che ti piace di più delle settimane del Palio?

L’eccitazione che si respira in città. Da quando le bandiere dei rioni sono appese sui corsi si avverte la trepidazione che sale sempre di più. La città rivive la sua storia ed ogni faentino ha l’occasione di riscoprire la bellezza di Faenza.

Cosa hai cercato di rappresentare con le fotografie con cui hai partecipato al Contest Instagram?

Ho cercato di cogliere l’anima del centro storico e del Palio. Stavo osservando i rioni sfilare in piazza per il torneo delle bandiere quando ho notato una figura in costume nel centro della piazza, con il voltone della Molinella sullo sfondo. Volevo una foto che non rappresentasse uno dei rioni, ma nella quale tutta la città potesse vedersi rappresentata.

È stata la tua prima partecipazione alla giostra del Niballo allo Stadio B. Neri? Quali sono state le tue impressioni?

Vado quasi ogni anno alla Bigorda ma poche volte sono stato alla giostra del Niballo. Ho vissuto una giornata davvero emozionante. Il mio rione Verde si è difeso molto bene e per questo ringrazio Marco Diafaldi, ma complimenti al rione Giallo e al suo cavaliere Lele Ravagli che ha completato una giostra perfetta.

Qual é stato il momento della giornata che hai reputato più emozionante?

Il momento più emozionante è stato l’inizio della giostra del Palio, al termine della sfilata storica. Il momento magico in cui il maestro di gara chiama i cavalieri negli stalli e ti rendi conto che tutto sta per iniziare. Quel “via!” gridato che ti fa battere il cuore, come se tu stesso dovessi lanciare il cavallo al galoppo con la lancia in resta.

“Vivi la storia da protagonista” é stato il motto di questo Niballo 2017: cosa significa per te vivere la storia da protagonista?

Per me significa “vivere Faenza” e non a Faenza. Significa essere fiero della mia città, della sua storia, delle sue tradizioni e del suo spirito. Il giorno del Palio ho cercato di spiegare in inglese ad una amica irlandese che cosa fosse il Palio di Faenza. Mentre le spiegavo in inglese il meccanismo della giostra, le rivalità, il Niballo e le tornate, mi sono reso conto che il Palio è prima di tutto l’emozione che si prova, il grido di incitazione al tuo rione. Non dobbiamo mai dimenticare di quale tesoro si nasconde nelle nostre vie, nel nostro passato e nel nostro Palio.

(immagine di copertina: Ph. Daniele Geminiani)

 

Ciao Roberto, raccontaci un po’ di te.

Mi chiamo Roberto segato sono residente a Roncorrendo (FC), ma lavoro spesso a Faenza.

Segui abitualmente il Palio del Niballo? 
Era da anni che volevo vedere il Palio ma per motivi familiari non ci ero mai riuscito. Del Palio la cosa che mi è più piaciuta è stata l’organizzazione.
Cosa hai cercato di rappresentare con le fotografie con cui hai partecipato al Contest Instagram?
Con la foto con cui ho partecipato ho cercato di rappresentare l’amore che c’è da parte dei faentini per il palio e il tramandarselo di generazione in generazione.
È stata la tua prima partecipazione alla giostra del Niballo allo Stadio B. Neri? Quali sono state le tue impressioni?

E’ stata la prima volta per me al Palio nello Stadio B. Neri (e la prima volta che entravo in uno stadio) e partendo dalla piazza ho visto una grande organizzazione: i vigili sono di una gentilezza non da poco. Entrato allo stadio mi hanno perquisito e anche questo mi ha fatto piacere per la sicurezza di noi tutti.Qual é stato il momento della giornata che hai reputato più emozionante?

La cosa che più mi ha fatto emozionare è stata la tifoseria dei rioni ed è stato un susseguirsi di emozioni.
“Vivi la storia da protagonista” é stato il motto di questo Niballo 2017: cosa significa per te vivere la storia da protagonista?
L’anima del palio sono i faentini: tanto di capello all’organizzazione.