È l’ora della Bigorda!

Mentre nelle sedi rionali si susseguono iniziative ed eventi a carattere culturale e gastronomico, cresce l’attesa per la 23^ edizione della Bigorda d’Oro, che si disputerà domani – sabato 8 giugno – in notturna allo stadio “Bruno Neri”.
Difficile, come sempre, azzardare un pronostico su chi si aggiudicherà la Bigorda, ancor di più quest’anno perchè il maltempo ha fortemente condizionato nei giorni scorsi le prove dei cavalieri.

Il programma della giostra prevede il ritrovo domani, alle ore 19, in piazza del Popolo, del corteo storico composto dai figuranti in costume del gruppo municipale e dei cinque rioni faentini (in totale circa 300 persone). Alle 19.30 il corteo si muoverà dalla piazza per raggiungere, percorrendo corso Mazzini, il campo di gara: lo stadio Neri. Il corteo storico farà il suo ingresso allo stadio alle 20.30 circa, con i figuranti del gruppo municipale davanti a quelli dei cinque rioni, ordinati secondo il piazzamento della Bigorda dello scorso anno. Il primo rione a entrare nello stadio sarà pertanto il Giallo, vincitore della Bigorda d’Oro 2018.

I 5 cavalieri pronti alla sfida

Dentro lo stadio il corteo passerà davanti agli spalti dei tifosi prima di raggiungere le tribunette dove prenderanno posto i figuranti dei cinque rioni. Espletate le rituali operazioni pre gara, fra le quali la scelta della lancia da parte dei cinque cavalieri che correranno il palio – Tommaso Suadoni (Borgo Durbecco), Manuel Timoncini (Rione Giallo), Daniele Maretti (Rione Nero), Matteo Gianelli (Rione Rosso) e Luca Paterni (Rione Verde) – prenderà poi il via la giostra (alle 22 circa), che si corre con la formula identica a quella del Palio del Niballo, con cinque serie da quattro tornate ciascuna, in cui ogni rione sfida consecutivamente gli altri quattro secondo la classifica dell’anno precedente. In caso di maltempo la Bigorda d’Oro sarà rinviata al giorno successivo, domenica 9 giugno, sempre con gli stessi orari.

Dove vedere la Bigorda

La giostra si potrà vedere in diretta streaming sul sito internet www.paliodifaenza.it. Sarà inoltre trasmessa, in differita, da Teleromagna, sul canale 14 del Digitale terrestre, lunedì 10 giugno, alle ore 21, con due successive repliche, martedì 11 alle 9 e mercoledì 12 alle 16.

Ricordiamo che domani le biglietterie dello stadio saranno aperte dalle ore 10 alle 12 e il pomeriggio dalle 16.30.
I biglietti si possono inoltre acquistare on line sul sito: www.vivaticket.it. Da segnalare, infine, le modifiche alla viabilità previste in città per consentire il passaggio del corteo storico della giostra.

Sabato 8 giugno, dalle ore 14.00 alle 24, saranno vietate la circolazione e la sosta di tutti i veicoli in piazza del Popolo, corso Mazzini, via Oberdan (da via Medaglie d’Oro fino a via Giovanni XXIII), piazzale Pancrazi (dalla seconda fila dei box auto lato stadio fino al palasport) e via Medaglie d’Oro (da corso Mazzini fino a via Cantinelli). Inoltre, a partire da due ore prima della manifestazione e fino al termine della giostra, è vietata la vendita di bevande alcoliche in contenitori da asporto e la somministrazione, ai fini del consumo sul posto, di bevande in contenitori di vetro, a tutti gli esercizi commerciali e pubblici, nonchè i circoli privati, di piazza del Popolo, piazza della Libertà, piazza Martiri della Libertà e di piazzale Pancrazi (per un raggio di 100 metri dal campo sportivo dove si disputa la giostra).

Bigorda e Palio: vietato l’uso di fumogeni allo stadio Bruno Neri

Con un’ordinanza specifica del sindaco è stato adottato un provvedimento che vieta l’utilizzo dei fumogeni durante le manifestazioni del Niballo, Palio di Faenza. La decisione, maturata nell’ambito del Comitato Palio, si è resa necessaria visto l’utilizzo eccessivo di dispositivi fumogeni avvenuto lo scorso anno. Episodi che avevano causato un temporaneo calo di visibilità ma soprattutto costituito motivo di fastidio e irritazione per occhi e mucose degli spettatori. Il provvedimento, inoltre, segue il divieto di uso dei fumogeni o di altro prodotto con simbolo di pericolosità per possibile fonte di incendio, prescrizione già inserita dai Vigili del Fuoco in sede di Commissione comunale di vigilanza per l’autorizzazione di pubblico spettacolo.

Il provvedimento vieta di introdurre ed utilizzare qualsiasi tipo di fumogeni in piazza del Popolo e all’interno dello stadio Bruno Neri in occasione delle manifestazioni sia della Bigorda che del Palio del Niballo. I tradizionali controlli all’ingresso allo stadio, pertanto, fino all’anno scorso limitati ad escludere l’introduzione di vetro, lattine e bevande alcoliche, si estenderanno da quest’anno anche ai fumogeni. Al fine di scongiurare spiacevoli discussioni con il servizio d’ordine, si precisa inoltre che, come gli anni scorsi, non sarà consentito l’ingresso allo stadio con cani al seguito, anche se di piccola taglia, per il possibile disturbo ai cavalli in gara.

Prove della Bigorda: vince Maretti, miglior tempo a Suadoni. Pronostico incerto verso l’8 giugno

bigorda

Pronostico quantomai incerto per questa 23^ giostra della Bigorda d’Oro che ci apprestiamo a vivere sabato 8 giugno. Dopo i rinvii causati dal maltempo dei giorni scorsi, finalmente i cinque cavalieri possono respirare l’atmosfera della gara con le prove ufficiali che si sono svolte nella serata di lunedì 3 giugno. Il fatto di non aver mai provato prima ha causato ai fantini diverse difficoltà nella prima serie di prove: numeri i bersagli mancati dai fantini e, anche per questo, primeggia quello più esperto e che ha dimostrato più sangue freddo: Daniele Maretti del Rione Nero, con tre vittorie su quattro tornate.

Il miglior tempo (12’515) è del giovane 18enne Tommaso Suadoni (Borgo Durbecco) che dopo il quarto posto dello scorso anno, in questa Bigorda 2019 sembra poter recitare il ruolo di assoluto protagonista. La Bigorda si vince però soprattutto grazie a sangue freddo e precisione: ecco allora che Daniele Maretti (Rione Nero) risulta il vincitore della prima serie di prove mancando solo una volta il bersaglio in tutta la serata. Sarà comunque una Bigorda quantomai incerta, con tre cavalieri che hanno già ottenuto un successo in questa sfida nelle passate edizioni: Manuel Timoncini (Giallo) vincitore l’anno scorso, Matteo Gianelli (Rosso) vincitore due anni fa, e lo stesso Maretti, che conquistò il titolo nel 2001. A completare il quintetto, due cavalieri forestieri giovanissimi: Tommaso Suadoni, che già corse alla Bigorda l’anno scorso, e il debuttante 19enne di Narni Luca Paterni, reclutato dal Rione Verde.

Tantissimi il pubblico accorso in queste prove ufficiale a fare il tifo allo stadio Bruno Neri, con la tribuna centrale praticamente tutta esaurita. Quest’anno tra l’altro la capienza dello stadio è aumentata di 800 posti grazie alle nuove tribunette che consentiranno di seguire al meglio l’appassionante giostra faentina.

La I serie di prove

Il primo giro di tornate ha visto come accoppiate: Matteo Gianelli/Dock of the bay, Tommaso Suadoni/Quirino di Chia, Luca Paterni/Salimbeni, Daniele Maretti/Vega, Manuel Timoncini/Ramona Danzing. Tanti errori (nessuna sfida si conclude con entrambi i cavalieri a bersaglio) e tempi tutti superiori ai 13 secondi, ma era prevedibile essendo i cavalieri ancora a digiuno di prove precedenti.  Ha la meglio, come detto, il cavaliere del Nero, che non manca mai il bersaglio e che ha battuto Paterni e il campione uscente Timoncini. Una delle sfide annunciate di questa Bigorda sarà proprio quella tra i due ultimi vincitori: Timoncini e Gianelli, e nelle prove di questa sera ha la meglio il cavaliere del Giallo. Il miglior tempo in questa prima serie di tornate l’ha ottenuta sulla pista di sinistra Tommaso Suadoni, che precede di un solo centesimo il cavaliere del Rosso.

Pista di sxtempoPista di dxTempo
1^ tornataMatteo Gianelli13’091Tommaso Suadoni
2^ tornataTommaso Suadoni13’090
3^ tornataLuca PaterniDaniele Maretti13’453
4^ tornataDaniele Maretti13’677Manuel Timoncini
5^ tornataManuel Timoncini13’412Matteo Gianelli

La II serie di prove

Più avvincente, dopo che i cavalieri si sono scaldati, la seconda serie di prove. Cambiano anche gli abbinamenti: Matteo Gianelli opta per Solsbury Hill, Tommaso Suadoni sale su Luluù di Zambra, Luca Paterni sceglie Guaderian, Daniele Maretti monta Tabata Taibe mentre Manuel Timoncini prova il sempre affidabile Nambo King. Spicca, tra le sfide, quella tra Tommaso Suadoni e Manuel Timoncini, vinta dal cavaliere del Borgo con il miglior tempo della serata (12’515) e quella successiva, tra lo stesso Suadoni e Maretti, vinta da quest’ultimo per pochi centesimi.

La sfida Timoncini-Suadoni alla 3^ tornata:


Alla fine ottengono un successo a testa Rosso, Giallo, Borgo e Nero; ancora a mani vuote il Verde ma è comprensibile visto il debutto a freddo del cavaliere di Porta Ravengna. Ai fantini restano ancora pochi giorni per limare imprecisioni e valorizzare i punti di forza: il conto alla rovescia verso la Bigorda dell’8 giugno è partito.

Pista di sxtempoPista di dxTempo
1^ tornataMatteo Gianelli13’556Luca Paterni14’980
2^ tornataLuca Paterni14’939Manuel Timoncini13′
3^ tornataManuel TimonciniTommaso Suadoni12’515
4^ tornataTommaso Suadoni12’920Daniele Maretti12’858
5^ tornataDaniele MarettiMatteo Gianelli

Ecco dove seguire le gare del Palio del Niballo di Faenza su Tv e web

Le manifestazioni del Niballo-Palio di Faenza tornano per il quarto anno consecutivo su Teleromagna con la Cooperativa dei Manfredi. Archiviato il successo della prima telecronaca diretta della gara podistica “100 Km del Passatore Firenze-Faenza” sullo schermo della storica emittente, la Cooperativa dei Manfredi, società di servizi dei cinque Rioni faentini, si è rimessa subito al lavoro per assicurare alla più vasta platea possibile lo spettacolo in costume rinascimentale delle sfide cavalleresche, delle gare tra gli sbandieratori e tra i musici che in giugno caratterizzano la città internazionale delle ceramiche artistiche.

Il Torneo degli Alfieri bandieranti Under 21 nelle specialità Singolo e Coppia, andato in scena domenica 2 giugno, è programmato su Teleromagna (canale 14) lunedì 3 alle 21, martedì 4 alle 9 e mercoledì 5 alle 16. La giostra cavalleresca della 23esima Bigorda d’Oro, prevista per sabato 8 giugno alle 21 allo stadio “Bruno Neri” che vede le sfide tra i cavalieri giovani o emergenti dei cinque Rioni, sarà trasmessa in differita lunedì 10 alle 21, martedì 11 alle 9 e mercoledì 12 alle 16. Telecamere accese nella successiva fine settimana per gli appuntamenti serali in piazza del Popolo di sabato 15 con il Torneo degli Alfieri bandieranti e dei Musici nelle specialità Singolo, Piccola squadra e Grande squadra e di domenica 16 con la gara degli Sbandieratori a coppia, che verranno proposti da Teleromagna lunedì 17 alle 21, martedì18 alle 9 e mercoledì 19 alle 16.

La diretta del Palio sul canale 14 di TeleRomagna

La giostra cavalleresca del 63esimo Palio del Niballo di domenica 23 sarà invece trasmessa in diretta esclusiva sempre sul canale 14 a partire dalle 17.50 per seguire l’imponente corteo storico con oltre 500 figuranti seguito alle 19.30 dalle sfide a singolar tenzone tra i cavalieri di Borgo Durbecco e i rioni Giallo, Rosso, Nero e Verde, che stabiliranno la supremazia nella città di Faenza. Il Palio del Niballo sarà riproposto lunedì 24 alle 21 nella sintesi differita che comprenderà la cerimonia di consegna da parte del vescovo monsignor Mario Toso del drappo del Palio del Niballo al Rione vincitore, avvenuta nella tarda serata di domenica sul sagrato della Cattedrale di Faenza in piazza della Libertà.

Sbandieratori, Bigorda e Niballo in diretta straming

Le telecronache delle gare degli sbandieratori, della Bigorda d’Oro e del Palio del Niballo possono essere seguite in diretta streaming sul sito www.paliodifaenza.it, mentre la programmazione di Teleromagna è fruibile in streaming su www.teleromagna.it e app Teleromagna.
Per le manifestazioni del Niballo-Palio di Faenza 2019 in televisione la Cooperativa dei Manfredi schiera, sotto la direzione del proprio responsabile della cultura e della comunicazione Giordano Gonnesi Fabbri, la squadra formata dai telecronisti Damiano Ventura, Alice Liverani e Rodolfo Cacciari, dai commentatori Luca Menghi (bandiere) e Mario Giacomoni (Bigorda e Palio), dal coordinatore tecnico Marco Tredozi e dal regista Fabio Bossa.

Con la consolidata collaborazione con Teleromagna la Cooperativa dei Manfredi conferma il suo ruolo di essere al servizio di Faenza, proponendo sul piccolo schermo uno spaccato della città nel quindicesimo secolo, periodo storico che vide la magnificenza della Signoria dei Manfredi alle soglie dell’Età Moderna. L’intento è fornire un contributo alla valorizzazione della ricerca storica delle antiche tradizioni faentine, riferite alle attività cavalleresche e rionali, negli aspetti culturali, civili, militari, religiosi, di vita quotidiana.

Da lunedì 27 maggio le prove dei cavalieri della Bigorda d’Oro

bigorda

Nel mondo rionale e in tutta la città cresce l’attesa per le manifestazioni del Niballo, Palio di Faenza 2019. Sabato 8 giugno si disputerà la prima delle due giostre, la 23^ edizione della Bigorda d’Oro, programmata, come è ormai consuetudine da anni, in notturna, con ritrovo del corteo storico alle ore 19 in piazza del Popolo.

Lunedì 27 maggio, dalle ore 21 alle 23, nel campo di gara, lo stadio “Bruno Neri”, iniziano le prove dei cavalieri che correranno la giostra. Dopo la prima serata di prove libere, mercoledì 29 maggio, alle ore 21.30, sono programmate le prove ufficiali, mentre l’ultimo turno delle prove libere è previsto venerdì 31 maggio. In caso di maltempo e conseguente rinvio di una di queste tre serate, si terrà una sessione di recupero lunedì 3 giugno.

Il 2 giugno il Torneo dei Giovanissimi alfieri bandieranti e musici U15

Domenica 2 giugno, in piazza del Popolo, con inizio alle ore 16, si disputerà invece il torneo dei giovanissimi alfieri bandieranti e musici (under 15). In serata, alle ore 21, il programma proporrà anche il giuramento dei cavalieri che disputeranno la giostra della Bigorda e, a seguire, la gara delle bandiere nella specialità della coppia. Questi i cinque cavalieri scelti dai rioni per la giostra della Bigorda d’Oro dell’8 giugno: Tommaso Suadoni (Borgo Durbecco), Manuel Timoncini (rione Giallo), Daniele Maretti (rione Nero), Matteo Gianelli (rione Rosso) e Luca Paterni (rione Verde).